LA RASSEGNA STRONZA

Prove tecniche di una cosa che potrebbe anche diventare una rubrica fissa: il collage/riconoscimento alle migliori e peggiori STRONZE della settimana.


E per far parte della lista ci vogliono determinate doti. Eccole:
1 – devi essere la bionda più figa di Venezia 68 e ahimè, non vincere niente
2 – devi essere la mora più figa di Venezia 68 e ahimè, non vincere niente
3 – devi essere l’assurda direttrice di un concorso sempre più moralista e fare fuori tre concorrenti in un battibaleno, ché girano foto nelle quali sono biotte. Insomma, ci si può spogliare solo dopo la fine della diretta tv; e magari valutare pure l’eventualità di un appartamento in affitto in Via Olgettina.
4 –  devi odiare le ortensie
5 – devi essere un presidente – ma anche tenutario di rubriche per rotocalchi e quotidiani – per tua stessa ammissione vegetariano, schizzinoso e un po’ nevrotico; e anche altezzoso, mondano, camp. La tragedia di un campista ridicolo.
6 – devi darti toni da giornalista e – ovvio, con il successo che stanno avendo –  non esitare a salire sul carro dei film/documentari dedicati a quelli della moda – Valentino, YSL, Halston, il numero di settembre di Vogue America –, e realizzarne uno dedicato al povero – anche perché meritava di meglio – Emilio Federico Schuberth.
7 – non devi mai, dico mai, dimenticare che sei un bimbetto bulletto il cui senso dello stile è riconosciuto in tutto il mondo.
8 – sei, indiscutibilmente, la più amata dagli – uomini di merda – italiani.
9 – sei sempre la solita stronza milanese.
10 – sei sempre la sorella della solita stronza milanese.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.