E VENNE IL GIORNO DI TODD SOLONDZ


Altro che George Clooney (niente, io sto dalla parte della Eli).
Altro che Ryan Gosling (vabbè, aspetto di vedere ‘Drive’).
Altro che Madonna (una stronza botoxata, e – mi ripeto – stronza non è per forza un difetto; nemmeno botoxata).
Altro che Vionnet (se la stronza di cui sopra fosse davvero cinica e calcolatrice come la disegnano, si sarebbe presentata con un ‘Material Girl’ taglia 16 anni).
Altro che Kate Winslet (come lei nessuna).
Altro che Louis Garrel (mi sta sulle palle).
Altro che Viggo (figo).
Altro che il fullfrontal di Michael Fassbender (sono proprio curioso di vedere ‘Shame’).
Altro che Mastandrea (stavo per acquistare il biglietto per ‘Cose Dell’Altro Mondo’ poi ho pensato all’espressione del suo viso, e ho fatto dietrofront).
Altro che Marzullo (ebbene sì, io guardo ‘Cinematografo’).
Altro che Marco Giusti (leggo la sua cronaca giornaliera su Dagospia, uh che fatica – e poi ‘W.E.’ non è il primo film da regista di Madonna).
Altro che il Controcampo Italiano (uff).
Altro che ‘Scialla’ (e basta con ‘sti romani che spiegano al resto d’Italia il significato del termine – l’avevamo già imparato grazie a Rudy Zerbi e agli ‘Amici di Maria’).
Altro che Beppe Fiorello (durante il servizio militare – a meno che non mi sia fatto un film – eravamo tanto uniti, perciò è sempre nel mio cuore).
Altro che la sala stampa (una massa di – in questo caso è un difetto – stronzetti, ci vorrebbe il test d’ingresso).
Altro che Francesco Castelnuovo e la Martina Riva (meriterebbero più spazio, specialmente lei, ché in pochi minuti è in grado di presentarti trama, trailer e critica di almeno tre film).

Insomma, oggi al sessantottesimo Festival del Cinema di Venezia è il giorno di ‘Dark Horse’.
Ed essendo Todd Solondz uno dei miei superfavoriti di sempre, sono qui tutto incrociato nella speranza che la pellicola ottenga riconoscimenti importanti e che la distribuiscano al più presto nel cinemino off – tanto per scongiurare il rischio di avere gente sbagliata intorno a me – a due passi da casa.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.