ATLAS IS (NOT) THE NEW FORD

Insomma, sti attori hard c’avranno pure loro un mutuo da pagare. No?

Così c’è chi si inventa cantante tuffandosi in remakes, quasi sempre in chiave dance, di classici della (camp)cultura. 
Ad ogni modo l’Atlas mi sembra decisamente più impacciato rispetto a chi – leggi Colton Ford – l’ha preceduto.
E per giunta c’ha lo steroide che pare un attimino out of control.
E il video potrebbe sembrare una parodia, ma sia ben chiaro non lo è.

Però tocca ammettere che il pezzo – si è scelto di coverizzare la Diana Ross – durante l’ascolto si rivela quel tanto catchy che basta.
Avanti il prossimo.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.