E’ PRIMAVERAAAAAA SVEGLIATEVI SBARBINEEEEEE

Naturalmente in ritardo. E pensare che ieri, tardo pomeriggio, il post era quasi pronto. Invece mi sono perso via con del birdwatching  – avendo spiato un uccellino intento a creare il nido tra i rami dell’albero confinante con il balcone di casa – al limite del commovente. Poi Sky ha trasmesso ‘La Verità E’ Che Non Gli Piaci Abbastanza’ (al limite del commovente pure quello) e al termine non potevo esimermi dal fare un giro su itunes dove, si sa, un acquisto tira sempre l’altro.

E sarebbe inoltre prudente attendere quell’attimo in più di sole (e adeguata temperatura) per gioire e cantare.

Chè l’altro giorno pervaso da entusiasmoequinoziale ed essendo uscito leggermente scoperto, mi sono ritrovato a cercar rifugio nel primo – direi l’unico, chè mica siamo a Milano – Zara che mi capitasse a tiro e a investire un po’ meno di venti euro in una sciarpetta in cotonetintocapodelavè.

(Detto tra noi… Essendo quelle da uomo piuttosto inguardabili, ho optato per un acquisto nel reparto donna. Modello praticamente identico, solo qualche frangia in più. E poi dopo Beckham e il conseguente/opprimente metrosessualismo, con un tale accessorio si corre pure il rischio di lanciare messaggi etero.)

Vabbè, il collage è nella sua quasi totalità dedicato a due personaggi internazionali attualmente in ascesa nel ranking mondiale dei portatori sani di VhFactor.

Uno, quello di Avatar, non l’ho ancora inquadrato perfettamente, chè in termini di fascino mi dice qualcosa a giorni alterni.

L’altro è il noto – probabilmente solo per la questione del coming out, chè i cronisti sportivi stanno ancora troppo dietro alle imprese dei calciatori – rugbista gallese il quale ha ben concesso l’esclusiva del suo petto trimmato al ‘Attitude’ del mese scorso.

E poi Michele ‘TuttaLaMiaStima’  Dalai. In un recente numero di ‘Grazia’ ha sfoggiato, oltre alla barba, un capolavoro di tshirt (mi scuso per la qualità della foto, ma non sono certo Weber e comunque c’ho dato dentro con l’impegno).

A questo punto e facendo riferimento al succitato fattore, sarebbe il caso di indagare cosa nasconde sotto. No?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.