VERRA’ IL GIORNO IN CUI LA SMETTERANNO CON IL DEFINIRE ‘ALMODOVARIANO’ TUTTO CIO’ CHE E’ GROTTESCO. CERTO CHE VERRA’. SPERO.

Sto cercando di trovare una collocazione – classifico di tutto, dunque esiste anche una chart relativa alle pellicole di Almodovar – per ‘Gli Abbracci Spezzati’.

Non ritengo sia all’altezza – intesa come olimpo della mia classifica – di ‘Tutto Su Mia Madre’, ‘La Legge Del Desiderio’ e ‘Carne Tremula’.

Probabilmente mi è piaciuto quanto ‘Volver’, ‘Matador’, ‘Il Fiore Del Mio Segreto’, ‘Légami’.

Soprattutto per la scena in cui Lena lascia Ernesto doppiando se stessa.

E poi quella bobina che si trasforma in scala di marmo bianco.

O ancora Harry alterego di Mateo a sua volta un tantino – sta girando ‘Donne Sull’Orlo Di Una Crisi Di Nervi’ – alterego di Pedro.

Volendo c’è pure un corso d’aggiornamento – sarebbe utilissimo ai giornalisti che nei tg sono ancora fermi a cocaina+ecstasy+k – sulle nuove droghe e relativi effetti.

Ad ogni modo Almodovar quando è peggio del suo meglio è sicuramente meglio del meglio di altri celebratissimi colleghi.

Ci siamo capiti?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.