X FACTOR 3 – 4a PUNTATA (IL DAMIANO RITROVATO)

Puntata godibilissima, dispiace tanto – anche se lo share è salito – per chi ridicolmente snobba.

Torna, almeno per oggi, la classifica.

1 Damiano. ‘Redemption Song’ con ‘Imagine’, ‘Blowin’ In The Wind’ e poche altri ancora è uno di quei pezzi teoricamente intoccabili. A meno che tu non sia bravo – direi bravissimo – e molto meno banale di come rischiavano di farci credere.

2 Il – per nostra, sua, di Morgan, del programma tutto buona sorte – solito Marco che ha cantato ‘Psycho Killer’. All’altezza dei Talking Heads e delle sperimentazioni musicalmente colte di Morgan.

3 La solita Francesca che come al solito si è beccata le critiche poco edificanti dei giudici. Peccato che come è internazionalmente pop lei – e mi riferisco pure alle precedenti edizioni – nessuna mai.

4 Chiara. Un po’ in discesa nelle mie preferenze. Forse per colpa di ‘Perdere L’Amore’ la cui scelta evidenzia una possibile e preoccupante collocazione discografica alla Manuela Villa.

5 Mario. Moderno e sorprendente. 

6 Silver. Meglio del solito.

7 Yavanna (sufficienza rosicata) anche se una delle tre sembra sempre cantare con una tonalità più invadente. Problemi tecnici? 

8 Sofia. Anche ‘L’Anno Che Verrà’ è pezzo abbastanza intoccabile. Bene nella seconda parte. Purtroppo destinata – causa tipologia dei pezzi che le vengono assegnati – a un ruolo di karaokegirl. A tale proposito,

9 Ornella. Non mi è piaciuta in ‘One’, meglio di Sofia nello scontro finale. E’ giusto che sia uscita.

10 Luana Biz (e voto molto insufficiente). Parodistici.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.