(DI NUOVO) PAZZO DI QUESTI PEZZI

(traslocando)

Sveglia, colazione, ho caricato la lavatrice, un po’ di pulizie, ho steso i panni al sole.

Tutto nella norma. Eppure oggi il mio più grande desiderio diventa realtà (tipo che, se fossi etero, mi sposerei).

Naturalmente ho fatto pure io il giochino dei supereroi. Siccome non sono in grado di pormi limiti ne ho creati almeno una dozzina. Oltre a noi (quelli qui sopra) ho pensato anche ai miei amici, alle amiche, ai fidanzati delle amiche e degli amici, agli ipotetici fidanzati di amici e amiche ancora single, a una mia cugina di secondo grado. Durata della creazione, due ore abbondanti. Sono andato a letto distrutto.

 

In playlist (come sempre qui a destra) ho aggiunto tre pezzi. Non sono vere e proprie novità. Trattasi di due remix e di una canzone riascoltata lunedì scorso durante la visione dell’ennesimo ottimo episodio di Grey’s Anatomy.

Burning up (AutomaticPanic vs DJCat NYC rmx)_L’originale unitamente a ‘Borderline’ e ‘Deeper and Deeper’, è tra i successi della Ciccone che più mi galvanizzano. Assolutamente adatto al primo giorno di primavera. Per la serie ‘Ci sentiamo prigioniere della nostra età’.

Home Is Where It Hurts (DavidRubatoVers.)_L’album di Camille è uscito circa un anno fa. Ora questa canzone, che nella sua prima versione era anche inclusa nel mio resoconto di fine anno, è uscita come singolo e complice la rivisitazione è ancora più bella.

Trouble Is A Friend_Non ricordo bene se lei è australiana o neozelandese. Già con ‘The Show’ (scoperto grazie a Ugly Betty) l’avevo inclusa mesi fa in playlist. Questo mi piace di più. Pur essendo in circolazione da un po’, le radio non lo trasmettono. Non capisco.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.