IL MINORE DEI MALI E LA SCIAGURA DELLA NOSTRA AMICA ALE

Chiudo qui con la kermesse sanremese.

Finale catastrofico, almeno per noi che avevamo altri favoriti. Ma c’è d’avvero qualcosa che non va se alla fine sei costretto a tifare Marco Carta perchè ‘minore dei mali’ tra i tre finalisti.

Comunque il pezzo è tradizional-furbescamente festivaliero e fa pure tanto scarto del pausiniano Primavera In Anticipo.

Come del resto quello del Sal Da Vinci (ho due amici che se lo farebbero molto volientieri. Mah!) sembra essere un brindello del dalessiano Questo Sono Io.

Come dicevo, il minore dei mali. 

Gli acquisti sono già orientati verso Arisa, Simona Molinari, Patty Pravo, Dolcenera, Malika Ayane e Nicky Nicolai. Eviterò accuratamente la compilation. Chè magari metti il cd in sottofondo mentre fai i mestieri del mattino e, concentrato su una piastrella che non viene pulita come deve, ti scordi di skippare il pessimo personaggino (il diminutivo è d’obbligo) arrivato secondo. La giornata sarebbe irrimediabilmente rovinata.

 

E se il personaggino ha conosciuto quel Luca durante un viaggio in treno, anche la nostra amica Ale (da qui archivio ufficialmente il festivàl e parlo d’altro) ha avuto un’esperienza altrettanto simile in quanto illuminante.

Lei, la cui ultima relazione stabile risale a troppo tempo fa, sale sul treno. Si siede di fronte a Lui e, causa interminabile serie di gaffes, fanno conoscenza. Segue scambio di numero di telefono con precisazione << sono fidanzato, non chiamarmi nel weekend >>.

Dopo qualche mese lui la cerca, non è più fidanzato e vuole approfondire. La cosa sembra funzionare e scatta automaticamente il tifo (a debita e scaramantica distanza) da parte di tutti noi.

 

Sabato questo sms:

Lo sciagurato maschio ieri sera ha avuto la brillante idea di addentrarsi in un discorso su ghei e ‘normalità’!

Una volta DOMATI i capelli trasformatisi in serpenti ho decretato la fine della nostra relazione. 

In pratica lui non solo ha etichettato come malsane le sue omoamicizie (percentuale del 80%), ma ha anche sciorinato tutte quelle ridicole teorie sull’estinzione della specie. Povero idiota. Caso mai tale estinzione sarebbe da attribuire all’ingorgo di troppi e inconcludenti uomini etero attualmente in circolazione.

Vabbè, conta il fatto che la Ale la stia prendendo bene (s’è fatta pure una nuova tinta).

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.