PRENDITI CURA DI TE

(Reset dopo 16 giorni di ferie)

 

Occhi sbarrati alle 6e30, malgrado avessi puntato la sveglia alle 7e40.

Al ritorno da Amsterdam (vacanza perfetta, non faceva freddo, compagnia meravigliosa quanto la città) febbre, raffreddore, tosse e mal di stomaco (per usare un eufemismo). Ieri (finalmente) stavo benissimo, oggi uno starnuto continuo.

Dopo mezz’ora di lavoro avevo già litigato con tutti.

Ho tagliato quattro gigantesche mensole sagomate per ripiani/balconi, risultato: bagnato fradicio fino dentro le mutande… roba da autoscatto con conseguente pubblicazione su uno di quei siti per estimatori della pioggia dorata (ma certe spigliatezze non mi appartengono).

Nella casella della posta soltanto il bollettino per pagare il Canone Rai. D’altronde se voglio godere del prossimo X Factor e soprattutto della Bertè più Little Tony a Sanremo, ci sarà pure un prezzo da pagare.

Fortunatamente ho scoperto una certa Sandrine su Itunes e ho comprato una sua canzone, ‘Let the love’.

Inoltre FoxLife, che non è la Rai, annienta lo sconforto del lunedì con i telefilm americani. Peccato durino solo due ore, ho dovuto fare zapping per cercare qualcosa all’altezza e tutto d’un tratto mi è apparso Sergio Muniz in versione hippy (e doppiato) in una fiction con Manuela Arcuri. Ho preferito spegnere la tv e aggiornare il blog. 

Sopravvissuto al 7 gennaio. Buon 2008! E come sussurrano in quella pubblicità di prodotti per capelli…

‘Prenditi cura di te’.

 

(Nelle foto Paul Adelstein, piacevolmente scoperto nella serie tv ‘Private Practice’)

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.