OSAKA 2007: GAYDAY

A dirla tutta all’inizio facevo il tifo per Asafa Powell, nonostante sia della Giamaica (nazione estremamente omofoba). D’altronde da appassionato delle gare di velocità non potevo esimermi dall’ammirarne il talento (è il detentore del record mondiale). Però alla fine ho tifato per Tyson Gay (sia ben chiaro, il cognome non c’entra niente, ma anche no).

E’ andata che il vincitore dei 100 m è Gay, Asafa solo terzo!

 

Com’era prevedibile l’Italia sta andando decisamente male, spero solo che Andrew Howe non abbia fatto troppo il cazzone e ci dia una bella soddisfazione nel salto in lungo.

Vista la latitanza di atleti italiani nelle varie finali, affido banalmente le mie speranze ad altri.

Per esempio, domani alle 12,30 finale del lancio del disco.

Avrò gli occhi puntati (in alcuni casi NON è solo un modo di dire) sul tedesco Robert Harting ( 201×112 sx e centro della foto) e sull’egiziano Omar Ahmed El Ghazaly (199×120 a dx).

 

Anche se la mia vera passione è la macchinetta che ha lo scopo di recuperare i dischi.

Simpaticissima e geniale. D’altronde siamo in Giappone.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.