SFILATE(2)

ovvero Un provinciale e il circo della moda

Non sto a spiegare come e nemmeno perchè, ma ho avuto modo di frequentare la settimana maschile (primavera/estate 2008) della moda.

Sta di fatto che la mia amica Alessandra (frociarola tendente al griffato) mi ha detto: ‘Non puoi andare alle sfilate e non parlarne sul tuo blog!’

E così, consapevole di non avere le stesse capacità di… che ne so… una Jo Squillo o una Rosanna Cancellieri, mi diverto tentando un mio reportage che sia alla loro altezza.

Dom 24 ore 12: Ferrè

Ritengo che lui, Armani e Versace siano stati gli ultimi grandi creatori di moda (forse dovrei scrivere couturiers?) italiani… quelli che sono venuti dopo sono comunque bravi, ma molto più abili nell’arte del copia/incolla e con un eccellente staff marketing.

Per ovvie ragioni la presentazione della collezione è stata molto toccante. A cominciare dalle musicheGino Paoli, Pino Daniele e Giorgia, Ron, Roberto Vecchioni (la bellissima Sogna_ragazzo_sogna), Vasco Rossi e Francesco De Gregori.

Modelli tendenti all’anoressico (tranne Josh Wald) e abiti molto eleganti (ogni quadro ha avuto il suo lungo applauso/tributo)… mi chiedo come starebbero su un panzuto come me.

Visto da vicino Sergio Muniz è proprio un bell’uomo.

Lun 25 ore 10,30:Valentino

Al di là del personaggio (reso un po’ troppo macchietta da Dario Ballantini), un vero Maestro. Nessuna sfilata. I modelli ci aspettavano davanti al bancone di un bar. Eleganza e lusso a sommi livelli, abiti probabilmente perfetti per ricchi sceicchi, petrolieri, uomini del jetset, proprietari di yacht. Dietro al finto bancone del bar, lo spettacolo (direttamente dal Crazy Horse) di cinque splendide ballerine.

Il bello di questi standing è che nessuno ha un suo posto a sedere riservato, perciò ho goduto quando a un certo punto mi è sgattaiolata davanti Suzy Menkes (uno dei miei miti viventi, vedi foto), gloriosa cronista dell’International Herald Tribune.

Un grazie particolare a R.P. per avermi portato nel backstage. Assente ingiustificato (quando mi ricapiterà una situazione del genere?) Will_Chalker.

Lun 25 ore 19:C.P. Company

Mi è bastato fare quattro passi all’interno dello show room e incrociare Alessio Bertallot e Saturnino, per capire che la presentazione sarebbe stata ben diversa dalle precedenti.

Circo della Moda praticamente inesistente, trionfo del genere italiani in vacanza a Formentera (badabene non è una critica negativa) prima, molto prima, che arrivassero i calciatori, nessuna sfilata, nessun modello, creazioni appese a fili d’acciaio e indimenticabile mini concerto live di Ludovico Einaudi.

Complimenti allo stilista per gli abiti, tutti portabilissimi e, per fortuna, economicamente più accessibili.

 

A proposito di Josh Wald, me lo sono trovato faccia a faccia mentre stavo passeggiando per Brera… al ragazzo dedicherò sicuramente un post.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.