VENERDI’ CASUAL: NO A QUE LLORAR

 

A Rio e Venezia la festa è ormai finita, ma nella mia città (e a Milano e Lugano) è ancora carnevale, con il suo tripudio di coriandoli, indigestione di chiacchere e frittelle, colombine, arlecchini, zorri, pierrots e ragazzine con la schiuma da barba tra i capelli. Io non festeggio (però le frittelle… quelle sì!) 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.