V=VENDETTA V=VERGOGNA

C’era una volta la checchina esile(o troppo grassa)/deboluccia/nerd che veniva derisa da tutti. Benchè nessuno tra i parenti/amici più stretti potesse ipotizzarle un futuro, lei è cresciuta e si è realizzata. Lavora nella moda e potrebbe essere stilista, parrucchiera, truccatrice… volendo anche trendsetter, ma ciò che più conta è che è riuscita a mettere in atto la più orribile ed atroce delle vendette:

HA TRASFORMATO L’UOMO A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA

Non ditemi che non è vero, guardatevi attorno… le vittime della moda spopolano ed i seguaci più minchioni ed imbecilli sono sempre più gli eterosessuali (magari anche un po’ logisticamente periferici), ormai in gran maggioranza sottopeso, depilati, sfoltiti, eccentrici, truccati etc.

Sono anni che in passerella è in costante aumento la presenza di un tipo d’uomo pallido, levigato, anoressico almeno quanto le colleghe femmine, che qualcuno definisce dandy.

 

Concludendo… pur essendo per la libertà di idee ed espressione, vorrei che ci fosse posto anche per qualcosa d’altro, perciò mi chiedo:

a) Perchè permettiamo che avvenga tutto questo?

b) Perchè le signore della moda applaudono solo l’effeminatezza, la mollezza, la leziosaggine e mettono al bando virilità, mascolinità, vigore e robustezza?

c) Perchè viene osannato un Alexander McQueen che fa sfilare uno schifo del genere?

VERGOGNA!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.